MICHELEPISANI.IT
 

Stima 2015 sull'investimento nei Big Data

Big Data: tutti i numeri del 2014 e sviluppo per il 2015

Big Data, analisi del 2014 ed investimenti nel 2015
Gennaio 17
07:292015

I Big Data costituiscono una vasta gamma di informazioni, strutturate (10%, informazioni presenti nei database) o non strutturate (90%, informazioni come email, post di facebook, video, ecc...) che richiedono di essere trattate e quindi ottimizzate per consentirne un utilizzo in un determinato processo di nostro interesse.
L'aumento esponenziale registrato negli ultimi 2 anni relativo alla disponibilità di questi Big Data fa auspicare ad un esponenziale loro incremento (in termini di trilioni di gigabyte nel 2020), considerando che ogni giorno vengono generati 2.2 milioni di Terabyte di nuovi dati la crescita del mercato dei Big Data per il 2015 sarà intorno ai 14.3 miliardi di euro (dai 2.71 miliardi di euro del 2010).

La spesa che le aziende sostengono sull'uso dei Big Data è stimata nel 2015 per lo più su servizi finanziari (5.41 milioni di euro), internet e software e servizi di amministrazione (2.37 miliardi di euro ciascuna), è anche prevista una repentina crescita per il 2020 per quanto riguarda il settore media e comunicazioni (+40%) e quello delle energie rinnovabili (+54%).
Uno studio condotto da hrboss afferma che le aziende che fanno uso dei Big Data raddoppiano la possibilità di rendimenti economici e moltiplicano per 5 volte la probabilità di prendere una decisione giusta più in fretta rispetto ai propri competitors.

Da uno studio del 2014 condotto da IDG Enterprise Big Data Study emerge che il 49% delle aziende sta implementando o sono in procinto di implementare i Big Data in un prossimo futuro, non a caso il 47% dei maggiori sostenitori di questi dati sono i CEO (e le stategie a livello di impresa basate sui Big Data vengono condotte principalmente dal settore IT) per scendere fino al 24% del settore commerciale. Osservando i settori nei quali si sta attualmente investendo per i Big Data è possibile ipotizzare a sua volta in quali conviene investire per i prossimi 3 anni. Sicuramente rimarrà forte l'utilizzo di servizi di archiviazione di massa, così come server e infrastrutture cloud ma anche analisi, sicurezza dei dati e consulenze e corsi per i servizi correlati all'implementazione dei Big Data.


Tags
Condividi

Autore

Michele Pisani

Michele Pisani

Ho uno spiccato orientamento al problem-solving, se è troppo facile non mi diverto :)
Credo nella volontà e nel cambiamento perchè hanno fatto della mia passione il mio pane quotidiano.
Se devo descrivermi con una sola parola direi... "Concretezza", la mia stretta di mano è una garanzia.

0 Commenti

Non ci sono commenti

Nessuno ha ancora commentato questo articolo, fallo tu per primo!

Scrivi un Commento

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

Articoli e Argomenti correlati

Categorie popolari

Iscriviti alla mia newsletter

La tua e-mail con me sarà al sicuro.
Non fornirò mai le tue informazioni a nessuno!

Ultimi commenti

Michele Pisani

Grazie Paolo,
spero possa tornarti utile per i tuoi scopi.

Paolo

salve,mi interessa il progetto sensore gas ,per applicazioni in agricoltura.Vedremo gli …

Michele Pisani

Ciao Rossana,
strano problema, una domanda: continui a visualizzare entrambe le pagine o una …

Rossana

Ciao Michele, il mio problema è che Facebook non mi risponde. Mi è successo tre volte: faccio …